«

»

mag
25

Denominazione Sociale in Spagna

La Denominazione Sociale in Spagna *Ragione sociale in Spagna, Nome impresa in Spagna*

Una delle prime fasi concernenti la costituzione di una Società in Spagna è rappresentata dalla richiesta del certificato negativo di denominazione (Certificado negativo de denominación), emesso dal Registro Centrale delle Imprese (Registro Mercantile Centrale), che attesta la disponibilità della denominazione sociale e che la stessa non è stata registrata precedentemente da un’altra società.

Per ottenere tale certificato è necessario inoltrare una richiesta al Registro Centrale, compilando un modulo preformato, indicando cinque possibili denominazioni sociali in ordine di preferenza, in modo che, nel caso in cui il primo non possa essere assegnato, verrà concesso il secondo e così via.

Una volta inoltrata la richiesta, il responsabile del Registro Centrale delle imprese accerterà che la denominazione prescelta dispone dei requisiti previsti dagli articoli 398 e seguenti del Regolamento del Registro delle Imprese spagnolo (unità, segni distintivi, etc.) e verificherà l’assenza delle proibizioni stabilite dagli articoli 404 e seguenti della citata norma (proibizioni generali, di denominazioni ufficiali, che inducano ad errore, etc.).

Nel caso in cui sussistano i presupposti legali, nel termine di circa 48/72 ore, verrà rilasciato il certificato attestante il diritto ad utilizzare la denominazione presenta per la società in costituzione.

Questo diritto viene concesso per un termine di 6 mesi entro il quale si dovrà formalizzare la costituzione della Società, mentre il certificato ha una validità di 3 mesi, trascorsi i quali sarà possibile rinnovarlo per ulteriori tre mesi, pagando il costo corrispondente.

Oltre a tale procedimento, che continua ad essere valido, nel corso degli ultimi mesi e nell’ambito di un progetto generale a favore dell’imprenditorialità spagnola si è dato impulso a una via alternativa per l’ottenimento del certificato negativo di denominazione per mezzo della creazione di una raccolta di circa 1.500 denominazioni (Bolsa de Denominaciones, BdD) “libere e di disponibilità immediata”.

Il procedimento per l’assegnazione delle denominazioni contenute nella Raccolta è quindi più semplice e soprattutto automatico. Si può consultare tale banca dati direttamente online e selezionare fino a 5 denominazioni per giorno e per soggetto interessato, previa sua identificazione. Dopo di che, selezionando la denominazione scelta ed esperite le formalità richieste, la stessa verrà assegnata automaticamente, potendosi scaricare un archivio elettronico contenente:

  • il certificato della denominazione sociale firmato digitalmente dal responsabile del Registro delle Imprese Centrale, con il relativo codice di verifica;
  • un documento vincolato al certificato mediante timbro digitale, dal quale risulteranno il nome del beneficiario della richiesta e la denominazione sociale selezionata, con l’espresso riferimento a un numero di identificazione;
  • una fattura che accrediti il pagamento effettuato, che sarà emessa necessariamente a nome del beneficiario della ragione sociale.

Ottenuta tale documentazione, si potrà continuare con il procedimento di costituzione della società (telematico o ordinario) che dovrà costituirsi entro il termine di vigenza del certificato.